Discorso sulla servitù volontaria

Chiarelettere - 2011

 1,99

Vedendo questa gente che striscia ai piedi del tiranno talvolta ho pietà della loro stupidità. Non basta che obbediscano, devono compiacerlo, devono ammazzarsi per i suoi affari.
Talismano dei disobbedienti, manifesto segreto di ogni libertario: il Discorso della servitù volontaria è un capolavoro clandestino che non perdona. Intrattabile e senza fissa dimora dal giorno in cui vide la luce, contiene la resa dei conti di un giovane e di un nobile, Étienne de La Boétie incarna entrambe le qualità… (leggi tutto)

Descrizione
Informazioni aggiuntive
Recensioni (0)

Vedendo questa gente che striscia ai piedi del tiranno talvolta ho pietà della loro stupidità. Non basta che obbediscano, devono compiacerlo, devono ammazzarsi per i suoi affari.
Talismano dei disobbedienti, manifesto segreto di ogni libertario: il Discorso della servitù volontaria è un capolavoro clandestino che non perdona. Intrattabile e senza fissa dimora dal giorno in cui vide la luce, contiene la resa dei conti di un giovane e di un nobile, Étienne de La Boétie incarna entrambe le qualità, con le passioni collettive più enigmatiche da decifrare: la paura della libertà e l’ansia della dipendenza. L’oppressione si regge infatti anche sulla connivenza delle vittime, uomini che amano le proprie catene più di se stessi.

In appendice il Saggio sull’arte di strisciare a uso dei cortigiani di Paul H.D. d’Holbach

Anno

2011

Numero Pagine

95

ISBN

9788861902213 EPUB
9788861902220 PDF

Codice prodotto

EDGT7756

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Discorso sulla servitù volontaria”