Una filosofia «nebbiosa e selvaggia»

Inschibboleth Edizioni

 15,99

Ricezione e trasformazione della filosofia classica tedesca in Italia
Rappresentare il processo di ricezione e trasformazione della filosofia classica tedesca in Italia intende assumere il valore di una precisa tesi storiografica: che il nostro pensiero nazionale si formò e si sviluppò proprio a partire dalla sua relazione privilegiata con la filosofia classica tedesca… (Leggi tutto)

Descrizione
Informazioni aggiuntive
Recensioni (0)

Ricezione e trasformazione della filosofia classica tedesca in Italia
Rappresentare il processo di ricezione e trasformazione della filosofia classica tedesca in Italia intende assumere il valore di una precisa tesi storiografica: che il nostro pensiero nazionale si formò e si sviluppò proprio a partire dalla sua relazione privilegiata con la filosofia classica tedesca. Ciò non vuol meramente dire che la filosofia italiana trovò in Germania temi, problemi e soluzioni per affrontare e rispondere alle domande che si rivelarono ugualmente importanti e pressanti per l’Italia, ma anche, e soprattutto, che la filosofia italiana, a partire dalla fine del Settecento e fino alla Grande Guerra, nacque e crebbe per così dire sul tronco della filosofia classica tedesca.

Anno

2024

Numero Pagine

602

ISBN

9788855294621 PDF

Codice prodotto

EDGT446780

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Una filosofia «nebbiosa e selvaggia»”