Claudia Peill Ingrandisci

Online only

Claudia Peill

ISBN: 9788849248081

Sono disponibili le seguenti combinazioni formato/protezione:
  • epub / acs4
  • pdf / acs4

Serve Aiuto su formati e protezione?

€ 26,99

Serve aiuto?

PAGAMENTI SICURI
PAGAMENTI SICURI

Scheda libro

Catalogo di 166 opere dell'artista, tutte illustrate interamente a colori. Claudia Peill nasce a Genova nel 1963, ma già nella prima infanzia si trasferisce a Roma dove, dopo la maturità classica, si diploma all'Accademia di Belle Arti. Dopo anni di ricerca e alcune mostre collettive, tra cui Rotte Mediterranee ad Algeri e Avantiere ad Aachen, si tiene nel 1993 la sua prima mostra personale, Quattro Tempi, alla Galleria Stefania Miscetti a Roma. Negli anni successivi si segnalano due mostre: Convergenze: Verna-Peill all'Istituto Europeo di Design, nel 1996, e Strappi alla Galleria Arco di Rab, nel 1998. L'artista affronta da subito la reciprocità tra pittura e fotografia, introducendo l'impiego della resina, al posto della paraffina utilizzata nelle prime opere, e anche l'uso esclusivo del bianco e nero. Nel 1998 la mostra personale Il senso del tempo al Photographic Center Peri di Turku in Finlandia, anticipa molte altre esperienze di spessore all'estero. Tra il 1999 e il 2000 consegue una importante borsa di studio presso l'Höherweg Studio di Düsseldorf. L'esperienza nella città tedesca sarà molto formativa per la sua attività artistica e professionale. Nel 2001 nella mostra Skin Forms Map la Peill reintroduce con vigore l'uso del colore. La mostra, dal Museo Laboratorio di Arte Contemporanea di Roma, passa alla Galleria Civica Uusikuva a Kotka, in Finlandia. Nello stesso anno partecipa alla mostra Transgression, nella storica Künstlerhaus di Vienna. Nel 2002 è di nuovo in Germania, presso l'Istituto Italiano di Cultura di Colonia, con Claudia Peill, messa in onda, e ancora, nel 2003, un ritorno a Düsseldorf con la personale alla Galerie Andreas Brüning a cui segue Waves all'Italian Cultural Institute of London. Nel 2004 Caduta Libera viene presentata presso la Galleria Pack di Milano e successivamente presso la Galleria Martano a Torino. Nel novembre 2006 l'attenzione per la classicità si evidenzia nella personale La città delle ombre bianche, Schifano-Peill alla Galleria Anna D'Ascanio a Roma, con opere realizzate dagli scatti fotografici dell'artista nel sito Leptis Magna in Libia, e nella primavera 2012 la mostra Sguardi condivisi alla Galleria Mara Coccia, a Roma. In questa personale l'artista abbandona l'uso della resina e delle cornici in ferro per utilizzare la pittura acrilica su tela, ma ancora una volta al centro dell'opera c'è l'efficace combinazione di due media così diversi come pittura e fotografia, e l'ambiguità tra astrazione e figurazione. Nel 2013 ha luogo la doppia personale Peill- Koivisto, Intersezioni /Intersection presso il Museo Hendrik Christian Andersen a Roma. Nel 2015 espone presso La Galleria Nazionale a Roma, nella mostra Azioni Antiche. Nel 2016 realizza un lavoro site-specif, Reise, presso il Museo Casa di Goethe a Roma per la mostra Mit Goethe in Italien, che viene esposta per un lungo periodo presso l'Ambasciata Italiana a Berlino. Nel marzo 2017 presenta il lavoro più recente presso la Galleria Anna Marra Contemporanea a Roma nella mostra personale In ogni dove. Oltre alle numerose mostre l'artista ha realizzato diverse opere pubbliche. Catalogue of 166 works by the artist, All of them illustrated in full color. Claudia Peill was born in Genoa in 1963 but moved to Rome as a very young child. Following high school, she studied at the city's Academy of Fine Arts, graduating in 1986. After years of exploratory work and several group exhibitions, including Rotte Mediterranee in Algiers and Avantiere in Aix-la-Chapelle, in 1993 she had her first solo exhibition, Quattro Tempi, at the Galleria Stefania Miscetti in Rome. The next few years saw her participating in two further exhibitions, Convergenze, Verna-Peill at the Istituto Europeo di Design in 1996 and Strappi at the Galleria Arco di Rab in 1998. Right from the start she addressed the reciprocal responses of painting to photography and photography to painting, introducing first paraffin wax – in her earliest works – and then resin, as well as beginning to work exclusively in black and white. In 1998 Il senso del tempo at the Photographic Center Peri in Turku, Finland, would be the first of many important international experiences. In 1999/2000 she was awarded a prestigious residency at the Höherweg Studio in Düsseldorf, an experience that would have an important influence on her artistic development and career. The 2001 exhibition Skin Forms Map moved from the Museo Laboratorio di Arte Contemporanea at the University of Rome to the Galleria Uusikuva in Kotka, Finland, and reintroduced a vigorous use of colour in work. 2001 also marked her participation in the prestigious group show Transgression at the historic Künstlerhaus in Vienna. In 2002 she was back in Germany, at the Italian Cultural Institute in Cologne, with Claudia Peill, messa in onda, and then, in 2003, back in Düsseldorf for the solo exhibition at the Galerie Andreas Brüning. The same year also saw Claudia Peill, Waves at the Italian Cultural Institute in London. In 2004 Claudia Peill, Caduta Libera was presented at the Galleria Pack in Milan and then at the Galleria Martano in Turin. Her interest in the classical world emerged very strongly in La città delle ombre bianche: Schifano – Peill at the Galleria Anna D'Ascanio in Rome, November 2006, with works based on her own photographs of Leptis Magna in Libya, and again in 2012 with Squardi condivisi, at the Galleria Mara Coccia in Rome. In this solo exhibition the artist abandoned the use of resin and iron frames in favour of acrylics on canvas, but at the heart of her work there remained the powerful combination of two very different media – photography and paint – and an ambiguous relationship between the abstract and the figurative. 2013 saw the two-person exhibition Peill-Koivisto, Intersezioni / Intersection at the Museo Hendrik Christian Andersen in Rome. In 2015 her work featured in Azioni Antiche at The Galleria Nazionale in Rome. In 2016 she produced a site-specific work entitled Reise for the Mit Goethe in Italien exhibition at the Museo Casa Goethe in Rome – later on display for a considerable length of time at the Italian Embassy in Berlin. In March 2017 she exhibited her most recent works at the Galleria Anna Marra Contemporanea in Rome, in the solo show In ogni dove. In addition to her numerous exhibitions the artist has also created diverse works for public spaces.

30 altri titoli della stessa categoria: